Nuovo regolamento europeo sulla privacy (GDPR 679/2016) – scadenza 25 maggio 2018.

Come noto anche gli Enti locali devono adempiere agli obblighi imposti dal Regolamento (UE) 679/2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, pubblicato Il 4 maggio 2016 sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea che diventerà definitivamente applicabile in via diretta in tutti i Paesi UE a partire dal 25 maggio 2018.

Il Regolamento avrà effetti importanti sulle Pubbliche Amministrazioni locali che dovranno da subito rivedere il proprio “sistema privacy”. Tra le priorità a cui gli Enti devono adempiere rientrano:

1) La designazione del Responsabile della protezione dei dati – RPD (noto anche come DPO);

2) L’istituzione dei Registri relativi alle attività di trattamento;

3) La notifica delle violazioni dei dati personali (cd. data breach).

Gli Enti locali sono dunque chiamati alla creazione di un “sistema della privacy” che impone tutta una serie di adempimenti, tra i quali:

  • Designazione del responsabile della protezione dei dati;
  • Attuazione del Regolamento UE 679/2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali;
  • Registro attività di trattamento;
  • Registro categorie di attività di trattamento.

Per consentire agli Enti soci di rispondere anche a questo gravoso adempimento normativo, Asmenet rende disponibile gratuitamente la soluzione oltre a poter essere designata nel ruolo di RPD. Particolare attenzione è rivolta soprattutto alla istituzione del “Registro delle attività di trattamento”, per il quale è essenziale avviare quanto prima la ricognizione dei trattamenti svolti e delle loro principali caratteristiche, funzionale all’istituzione del registro.


torna all'inizio del contenuto